Aumento bollette: quali sono le cause e come tutelarsi?

Aumento bollette: donna legge le fattureede gli aumenti
Aumento bollette: nei prossimi mesi sono previsti rincari fino al 40%. Scopriamo il perché e come tutelarsi.

Condividi questo articolo!

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Riguardo all’aumento bollette si è espresso il Ministro della Transizione Energetica, annunciando, per i prossimi mesi, la possibilità di rincari fino al 40%.

I prezzi di Gas ed Energia sono in costante aumento già da un paio di trimestri, e questa tenza sembra che non si fermerà se non prima di qualche mese.

In questo articolo scopriremo quali sono le cause di questi rincari e come è possibile tutelarsi.

Aumento bollette: Quali sono le cause?

Stando agli aggiornamenti di Arera, solo nel terzo trimestre 2021 le bollette sono incrementate, rispetto al periodo precedente, mediamente del 9,9% per quanto riguarda la luce e del 15,3% per quanto riguarda il gas.

Perché i prezzi sono in così forte aumento?

I fattori principali che influenzano l’aumento bollette sono principalmente quattro:

  1. Andamento delle aste di anidride carbonica in Europa.
    Dal 2005 è attivo il mercato europeo Ets, il sistema di scambio delle quote di emissione di CO2 nell’Unione europea. Se un’azienda deve emettere anidride carbonica legata alla propria attività, deve acquistare una quota di emissione, che corrisponderà alla quantità massima di gas serra che può emettere. Questi permessi sono scambiati quotidianamente sul mercato Ets.
    In questi ultimi mesi il costo di una tonnellata di CO2 è esploso a causa della grande richiesta dovuta alla ripresa economica e della costante riduzione del tetto massimo di emissioni per le nuove politiche verdi della Commissione europea. Cosa c’entrano gas ed energia elettrica? Anche le centrali devono pagare e acquistare questi permessi e gli oneri vengono poi distribuiti su tutta la catena, incluso il consumatore finale.
  2. Costo dell’energia elettrica all’ingrosso ai massimi storici.
    I prezzi all’interno del mercato dell’energia elettrica sono in aumento: Il PUN – Prezzo Unico Nazionale, ossia la media dei prezzi dell’energia elettrica venduta sul mercato agli operatori elettrici, è aumentata dai 20 € di maggio 2020 ai quasi 61 euro di gennaio 2021, superando infine i 130 euro a inizio settembre.
  3. Scorte basse di gas alle porte delle stagioni fredde.
    Le scorte di gas europee sono ai minimi dal 2013: stando ai dati di Gas infrastructure europe, le scorte italiane sono dell’11,9% sotto i livelli del 2020 e dell’8,9% sotto quelli del 2019.
  4. Relazioni internazionali e i fenomeni naturali.
    Le principali fonti di gas ed energia risiedono in giacimenti presenti sui confini europei e la Russia. La Russia ha ristretto la quantità destinate all’Europa per dirottarle sul mercato asiatico, parallelamente il fronte europeo ha riscontrato problemi nei giacimenti del Mare del Nord e l’esaurimento in atto di uno dei più importanti dei Paesi Bassi, contribuendo a una drastica riduzione di gas naturale disponibile.

Aumento bollette: come tutelarsi.

Nonostante il rincaro del costo della materia prima energetica sia pressoché inevitabile, ognuno di noi può adottare una serie di azioni e comportamenti che possono limitare l’esborso mensile:

  • Accertarsi che le tariffe di luce e gas siano adatte al proprio profilo di consumo e che non nascondendo insidie rendendole più esposte a questi aumenti. Ad esempio, si prevede che le tariffe del mercato tutelato saranno quelle che subiranno maggiori oscillazioni di prezzo e consigliamo, a coloro che si apprestano a valutare nuovi accordi di fornitura, di mantenersi su offerte variabili evitando prezzi fissi al momento alle stelle.
  • Verificare se si ha diritto ad agevolazioni fiscali, come ad esempio la riduzione delle accise sul gas.
  • Adottare azioni di risparmio energetico ottimizzando i consumi e riducendo gli sprechi.
  • Sfruttare gli incentivi statali disponibili per l’efficientamento energetico degli impianti e degli immobili, per ridurre ulteriormente i consumi energetici.

Tutelarsi dall’aumento bollette è quindi possibile, se si sa come fare. In una fase storica così complessa, affidarsi a un consulente energetico diventa ancora più importate, perché, grazie alle sue competenze, sarà in grado di identificare tutte le azioni utili per la singola realtà, aziendale o privata, dall’analisi delle tariffe fino ai consigli di efficientamento e risparmio energetico.

Chiedi un Consiglio Gratuito
ai Consulenti Inwega

Scrivi compilando il form oppure chiama

+39 035.0510004

Articoli correlati

Chiedi un consiglio

al tuo consulente Inwega

Richiedi

l'Analisi delle Tariffe di Luce e Gas

Inserisci i tuoi dati e carica le tue fatture per ricevere l’analisi richiesta.