Ricarica veicoli elettrici: come ricevere i nuovi incentivi ARERA?

Donna ricarica veicolo elettrico da una colonnina ricarica veicoli elettrici
Per la ricarica dei veicoli elettrici l'ARERA ha avviato una sperimentazione con per favorire e incentivare la ricarica privata di auto elettriche. In cosa consiste?

Condividi questo articolo!

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Ricarica veicoli elettrici: l’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) ha approvato e avviato una sperimentazione insieme al GSE (Gestore Servizi Energetici) che ha l’obiettivo di favorire e incentivare la ricarica privata di auto elettriche. In cosa consiste? Qual è la durata della sperimentazione? Come aderire?

Ricarica veicoli elettrici: i vantaggi di aderire alla sperimentazione.

L’iniziativa sperimentale dell’ARERA, attiva fino al 30 dicembre 2023, intende sfruttare le potenzialità offerte dai misuratori elettronici installati presso clienti connessi in bassa tensione per offrire, a parità di spesa e nei soli casi in cui sia dimostrabile l’utilizzo a fini di ricarica di veicoli elettrici, una maggiore disponibilità di potenza prelevabile nelle fasce orarie notturne e festive.

A tutti i partecipanti alla sperimentazione, quindi, viene resa disponibile la potenza impegnata di 5,5 kW nella fascia oraria F3 (dalle ore 00.00 alle ore 7.00 e dalle ore 23.00 alle ore 24.00 dei giorni dal lunedì al sabato e tutte le ore dei giorni di domenica e festivi) senza nessuna variazione delle tariffe di distribuzione e nessun costo una tantum (ad eccezione degli altri usi, che dovranno pagare 25,51 euro + Iva).

Ricarica veicoli elettrici: quali sono i contatori idonei alla sperimentazione?

I contatori inclusi nella sperimentazione per la ricarica di veicoli elettrici devono essere:

  • connessi in bassa tensione;
  • connessi ad un sistema di ricarica per veicoli elettrici ritenuto idoneo (elenco dispositivi);
  • telegestiti;
  • con potenza impegnata non inferiore a 2 kW e non superiore a 4,5 kW;
  • destinati ad un uso “Domestico” o “Altri Usi”.

Non sai se il tuo contatore soddisfa tutti i requisiti? Contattaci e te lo diremo noi!

Colonnina ricarica veicoli elettrici e automobile

Ricarica veicoli elettrici: come aderire alla sperimentazione dell’ARERA.

Partecipare all’iniziativa è piuttosto semplice: fino al 30 aprile 2023 l’intestatario della fornitura elettrica può inviare la richiesta al GSE seguendo le istruzioni disponibili nella guida del GSE. Sarà poi necessario che fornisca il consenso all’effettuazione di verifiche e controlli anche presso l’abitazione e si impegni a comunicare tempestivamente al GSE ogni variazione impiantistica o contrattuale che possa intervenire durante il periodo di adesione alla sperimentazione.

Tra le altre informazioni richieste, il cliente dovrà fornire:

  • anagrafiche indispensabili per l’identificazione del cliente aderente e del relativo POD;
  • dati e documentazione utili a verificare il rispetto dei requisiti minimi di ammissione e a raccogliere un quadro informativo sufficientemente completo e attendibile delle principali caratteristiche relative all’unità immobiliare che ospita l’installazione, agli impianti e alle apparecchiature elettriche in essa contenuti.

Una volta inviate le informazioni necessarie e accertata la completezza della documentazione, il GSE procederà, entro 7 giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta, a processare l’istanza ricevuta dal cliente, notificandola all’impresa distributrice in relazione al codice POD dell’utenza interessata, ai fini dell’espletamento delle verifiche tecniche di sua competenza.

Entro 10 giorni lavorativi dalla ricezione della notifica, il distributore, salvo la necessità di sopralluoghi in campo che posticiperebbero il termine di ulteriori 10 giorni lavorativi, trasmetterà al GSE i dati anagrafici e tecnici di base relativi all’utenza, confermando la possibilità di applicare l’agevolazione e la loro decorrenza, oppure segnalando l’eventuale impossibilità di procedere.

Entro 7 giorni dall’esito del distributore, il GSE comunicherà telematicamente al cliente l’esito della richiesta:

a) in caso di esito positivo, fornirà la data di prima applicazione dei criteri sperimentali;

b) in caso di esito negativo delle verifiche con integrazione, richiederà al cliente di correggere o integrare la richiesta. La mancata risposta entro 30 giorni equivale alla rinuncia della richiesta;

c) in caso di esito negativo delle verifiche senza integrazione segnalerà al cliente l’impossibilità di procedere, specificandone le motivazioni.

Ricarica veicoli elettrici: quando termina la sperimentazione?

La sperimentazione terminerà per tutti gli aderenti il 30 dicembre 2023, a meno che non si verifichi uno dei seguenti casi, che anticiperebbe il termine degli incentivi:

  • viene chiuso il contatore per volontà del cliente;
  • il contatore passa ad una tensione diversa dalla bassa tensione o richiede un aumento di potenza disponibile superiore a 5 kW o passa da un uso diverso da “Domestico” o “Altri Usi”;
  • viene eseguita una voltura;
  • viene eseguita una sospensione o disattivazione della fornitura o la riduzione della potenza disponibile per morosità.

Ricarica veicoli elettrici: conclusioni finali.

I vantaggi e gli incentivi messi a disposizione dall’ARERA per la ricarica di veicoli elettrici sono notevoli, per questo motivo consigliamo, a tutti coloro che possiedono i parametri necessari, di aderire.

Sebbene non siano ancora in molti a possedere le colonnine di ricarica in ambito privato, questa informazione è utile a chi sta pensando di beneficiare del Superbonus 110%, che include, tra gli interventi trainati, anche l’installazione delle colonnine di ricarica per i veicoli elettrici. Installando una wallbox, la maggior parte delle utenze private potrà accedere a questa sperimentazione.

Non sai come approcciarti alla mobilità elettrica? Scopri i nostri servizi dedicati!

Chiedi un Consiglio Gratuito
ai Consulenti Inwega

Scrivi compilando il form oppure chiama

+39 035.0510004

Articoli correlati

Chiedi un consiglio

al tuo consulente Inwega

Richiedi

l'Analisi delle Tariffe di Luce e Gas

Inserisci i tuoi dati e carica le tue fatture per ricevere l’analisi richiesta.